thumb_DSC_4006_1024

SMILE LAB MILANO | PHOTOGALLERY

21 March 2016

Oggi sul blog di Manila Grace la photogallery del secondo appuntamento “Smile Lab“, il progetto di beneficienza creato in collaborazione con Dottor Sorriso Onlus.

Un party esclusivo nella boutique Manila Grace di via Manzoni 38 a Milano, animato dalla musica di Federico Gardenghi, uno dei 10 DJ più giovani del mondo e dai clown di Dottor Sorriso Onlus.

Sono state presentate in questa occasione le T-Shirt Limited Edition Smile Lab, della linea donna e bambina, che i partecipanti hanno potuto personalizzare direttamente in store con i loro disegni. Potete trovare questi articoli nei negozi Manila Grace di Milano, Via Manzoni 38, Roma, Bologna, Firenze e Verona, oltre che sullo shop online (CLICCATE QUI), una parte del ricavato della vendita sarà devoluto all’associazione Dottor Sorriso Onlus.

Madrina dell’evento Juliana Moreira, che ha presenziato insieme a tante celebrity del mondo dello spettacolo e dello sport che hanno deciso di sostenere questa iniziativa speciale.

Manila Grace Smile Lab Milano | Photogallery

Tag: , , , ,
Articoli Recenti
MG_copertina
22 May 2019

GET THE LOOK: COME LUDOVICA BIZZAGLIA

Mentre continua il tour firma copie di Abbi cura di splendere, il romanzo d’esordio dell’attrice e star di Instagram Ludovica Bizzaglia (classe 1996), riviviamo le emozioni delle prime tappe attraverso gli outfit Manila Grace indossati da Ludovica. SPORTY CHIC: IL...

Idee regalo per la Festa della Mamma by Manila Grace
3 May 2019

IDEE REGALO PER LA FESTA DELLA MAMMA

Il regalo che mette tutte d’accordo? La borsa, senza dubbio. Sintesi di stile e praticità, le proposte della collezione Manila Grace per la Primavera Estate hanno forme e volumi che ne fanno dei passepartout adatti a qualsiasi look e occasione....

Abiti da cerimonia Manila Grace
29 April 2019

ABITI DA CERIMONIA (E NON SOLO)

La collezione di abiti Red Carpet esprime l’animo più glam e ricercato di Manila Grace: una selezione di capi perfetti per una cerimonia e facili da reinterpretare anche in versione più casual. Perché a volte non serve un invito, ma...

|