Schermata 2015-10-27 alle 12.41.17

MARTA BECHIS | PALLAVOLISTA FASHION

29 October 2015

Esigente, curiosa e con quel sorriso sempre pronto ad esplodere, Marta Bechis è una giovane (e bella) pallavolista italiana nata a Torino nel 1989 e attualmente in forza nella squadra dell’Imoco Volley di Conegliano in Serie A1. La sua sveglia mattiniera e gli allenamenti estenuanti non le hanno impedito in questi anni di approfondire l’altra sua grande passione, quella per la moda, che esprime nel tempo libero con una macchina da cucire e con i capi inconfondibili di Manila Grace. “Fin da piccola mi piaceva indossare i vestiti dei grandi e fantasticare davanti allo specchio con asciugamani e lenzuola, creando abiti con strascico o magliette con la schiena totalmente scoperta”, racconta la pallavolista. “Il mio capo must-have? Nel mio guardaroba non manca mai un vestitino: quello da indossare in palestra dopo la doccia per sentirsi subito elegante e raffinata ma al tempo stesso comoda e pratica”.

 

Marta Bechis Manila Grace

Marta, diventare una pallavolista è il sogno di tante ragazze ma cosa significa esserlo realmente a livello professionistico?

“Essere sportive professioniste ha tanti, tantissimi aspetti positivi, emozionanti e fantastici ma ci sono anche tanti sacrifici da fare: in primis bisogna abituarsi a vivere con la valigia sempre in mano, pronti ad andare a vivere in posti differenti e spesso lontani dai propri affetti e dai propri luoghi familiari. Poi bisogna avere molta costanza e tenacia, maturità e carattere. Il mondo dello sport agonistico, a differenza di quanto si possa pensare, non è sempre facile”.

L’ultimo anno lo hai trascorso in Polonia: come questa esperienza ti ha cambiata?

“Ho scelto di giocare all’estero per provare un’esperienza nuova, per sentirmi io per una volta la straniera della squadra e del campionato. Il mio punto di vista è cambiato, ho vissuto in maniera totalmente diversa sia le abitudini in campo sia nello spogliatoio e credo di essere maturata non solo come persona ma anche come atleta, scoprendo aspetti di me a cui prima non avevo mai prestato attenzione”.

Tornare a Conegliano che significato ha per la tua carriera?

“Significa accettare una nuova stimolante sfida e provare a vincere un’importante scommessa prima di tutto  con me stessa”.

C’è qualche pallavolista italiana da cui ti lasci ispirare e perché?

“Eleonora Lo Bianco, per l’atleta che è stata e che continua ad essere, nonché per l’aspetto umano che la caratterizza, la tenacia che ha dimostrato vincendo battaglie personali molto importanti e la passione che le permettono di essere un’atleta di primissimo livello dopo molti anni di carriera”.

Oggi sempre più atlete femminili diventano testimonial per aziende di moda e prodotti di bellezza: cosa ne pensi? Quale immagine e valore aggiunto possono offrire le sportive?

“Credo che lo sport in generale sia un mezzo potentissimo per trasmettere valori e principi sani. Le atlete incarnano lo stereotipo della donna che conduce una vita equilibrata fatta di valori e principi che ben si associano con le aziende di moda e di bellezza. E poi ammettiamolo, anche a noi piace sentirci valorizzate come donne e non solo come atlete muscolose definite a volte persino un po’ mascoline”.

L’altra tua grande passione è la moda: che cosa ti lega al mondo creativo di Manila Grace?

“Mi sono avvicinata al mondo di Manila Grace nel corso degli anni e mi sono progressivamente lasciata affascinare dalla creatività senza eccessi espressa nelle collezioni. Mi piace la sua essenza, la trovo sempre originale e mai scontata, con capi non troppo complessi ma sempre all’avanguardia. In più sono da sempre una grande sostenitrice del vero made in Italy…”.

Come il tuo stile si “adatta” alla vita di un’atleta?

“Purtroppo le atlete nella maggior parte dei casi si vedono vestite in tuta o in abbigliamento sportivo. Ma ad ogni occasione extra-sportiva cerco di esprimere il mio stile che riassumerei casual e dinamico,  elegante ma comodo nella vestibilità, che mi faccia sentire non solo donna ma soprattutto bella nella semplicità”.

Tenersi in forma è fondamentale: oltre agli allenamenti quali sono i tuoi segreti di bellezza?

“Indubbiamente la mia attività mi aiuta a rimanere in forma e ad avere una dieta sana e varia che credo sia fondamentale non solo per mantenere la linea ma anche per avere un equilibrio di energia e bellezza interiore. Credo che il vero segreto di oggi sia la naturalezza, la propria bellezza naturale da promuovere e valorizzare sempre e comunque.

 

7 CURIOSITA’ SU MARTA BECHIS

Cibo preferito

“Non potrei rimanere senza formaggi e le marmellate abbinate e poi vado matta per il gelato”.

Cabala da spogliatoio

“Premetto che non sono molto superstiziosa quindi le cabale dello spogliatoio variano in base ad umori e sensazioni ma devo dire che mangiare una gomma rigorosamente alla menta forte prima di entrare in campo e legarmi le scarpe in un determinato modo e momento sono due cose che non mancano mai nei pre-partita”.

La tua playlist musicale del momento

“Adoro ascoltare la musica ma non sono per niente brava nel crearmi delle playlist. In questo periodo sono molto influenzata dai tormentoni estivi spagnoli e dal loro ritmo brioso e contagioso!”.

La città in cui vorresti vivere

“La risposta istintiva sarebbe Torino, la mia città natale, ma solo perché non ci ho mai vissuto veramente da quando ho superato l’età adolescenziale. Difficile dare un nome ed un luogo preciso: adoro viaggiare e scoprire nuovi posti e sapori e mi piacerebbe tantissimo provare a vivere in luoghi diversissimi tra loro”.

Il viaggio ancora da fare

“Non sono mai stata in America e mi piacerebbe molto visitarla per benino ma credo che il vero viaggio sia o in Alaska o al Polo Nord. In uno di questi angoli di paradiso ancora incontaminati”.

Il progetto lasciato a metà

ci sono moltissime cose che mi piacerebbe fare ma mediamente faccio fatica a lasciare le cose a metà, per carattere e per educazione, per cui per ora nessuno!

Se non fossi una pallavolista oggi saresti

“Ho sempre detto che se non avessi giocato a pallavolo probabilmente avrei voluto studiare architettura o designper poi provare ad immettermi in qualche ambito legato alla moda e continuare a coltivare la mia creatività”.

Photo Shooting: special thanks to “La Vigna di Sarah”.

Marta-Bechis-2

Componi il look di Marta Bechis in tre semplici mosse di stile.

1. Felpa in pied de poule con zip obliqua 2. Pantalone arabo in crepe 3. Mantella pied de poule con frange

 

Tag:
Articoli Recenti
2017-10-10-linkpost
10 October 2017

MANILA GRACE E LO STILE SOFISTICATO DEL VELLUTO

Natura e Arte si incontrano nella nuova collezione Manila Grace e danno vita a qualcosa di unico. La regolarità e la razionalità vengono messe da parte per dare spazio alla spontaneità, alla libertà interiore e per elevarsi verso lo straordinario....

2017-10-06
6 October 2017

BOUTIQUES E CORNER: LA NUOVA VISIONE DI MANILA GRACE

Le parole chiave del nuovo concept sono matericità, trama e texture tenute insieme da accostamenti inediti. I confini tra pareti e pavimenti delle boutiques e dei corner di Manila Grace si dissolvono fino a creare uno spazio infinito e atemporale e il sistema espositivo è...

FBcover_1
3 October 2017

A FIRENZE UNA NUOVA BOUTIQUE MANILA GRACE

Manila Grace apre le porte della sua nuova boutique di Firenze. Il marchio ritorna nella città toscana con uno store in via della Vigna Nuova 26R, celebre via dello shopping a pochi passi dal fiume Arno. Lo spazio, che si estende su...

|