olga boladz manila grace

LA CAMICIA MANILA GRACE CHE PIACE ALLE INFLUENCER

11 July 2016

Un capo timeless ma sempre innovativo, un’aria bon ton che gioca ad essere rock, diventando estremamente cool.

La camicia è il primo capo che le donne hanno preso in prestito da guardaroba maschile, modificandone le linee e le forme, facendola cadere sul proprio corpo in modo che ne risalti il profilo, dimostrando quanto la semplicità sia una connotazione che rende la moda un posto esclusivo da visitare.

Proprio dalla camicia Manila Grace è partita per disegnare il proprio punto di vista, un’eleganza diversa e street, che fa dell’esclusività un punto di vista alternativo ed originale. La camicia asimmetrica ricamata prende ispirazione dallo stile british, con il colletto chic arrotondato e i bottoni nascosti nel candore del cotone semitrasparente ricamato. L’eleganza si intravede nei dettagli delle paillettes sulle spalle, che la rendono perfetta per una serata glam. Taglio asimmetrico e rifiniture a contrasto nero sono la scarica di energia che dona carattere a questo design estremamente femminile.

Il segreto dello stile sono gli equilibri. Tra grazia e grinta, un perfetto bilanciamento di forme e colori, dove l’allure dell’haute couture si percepisce anche tra le strade di città, diventando un prete-à-porter d’eccezione. Manila Grace segue questa contaminazione, fondendo in un solo stile ispirazioni da mondi differenti e lontani, che creano un paesaggio inaspettato fatto di denim, seta, forme over e ricami, trasparenze e capi avvolgenti.

L’opposizione cromatica e la leggerezza della camicia sono caratteristiche così trasversali da essere perfetti per il daily time con un jeans boyfriend con strappi e schizzi di colore, così come con una gonna mini con paillettes per una serata speciale.  Ecco perché le influencer scelgono Manila Grace, perché parla il loro stesso linguaggio, quello universale della personalità e della sperimentazione.

look manila grace camicia

Tra charme e mood strong, Olga Boladz, blogger ed influencer polacca molto seguita sui social, abbina la camicetta ricamata ad un paio di jeans strappati, creando un gioco di forme morbide e dettagli contrastanti, che nella semplicità dei singoli capi riescono ad esprimere una sensualità soffusa e non scontata.

olga boladz manila grace

Dopo Olga è la volta della bellissima Alexandra Rosenfeld, modella francese che sceglie un total look Manila Grace, giocando sulle cromie: i dettagli scuri riprendono la nuance del pantalone, cadendo morbidamente sul corpo. Le creepers nere sono un richiamo al mondo underground anni Ottanta, così come la fantasia dei trousers, rendendo il look una dedica moderna all’era d’oro del glam-rock.

alexandra rosenfeld

Un capo senza tempo e senza stagione, che riporta un po’ all’atmosfera intima autunnale per le sue forme romantiche, ma con un’ironia e una spensieratezza tipica della stagione estiva. Questo è l’humor con cui affrontare le giornate, con cui sentirsi belle e soprattutto sentirsi uniche. Manila Grace ci mette lo stile, accogliendo chi desidera mettere in gioco la propria personalità.

Tag: , , , ,
Articoli Recenti
MG_copertina
22 May 2019

GET THE LOOK: COME LUDOVICA BIZZAGLIA

Mentre continua il tour firma copie di Abbi cura di splendere, il romanzo d’esordio dell’attrice e star di Instagram Ludovica Bizzaglia (classe 1996), riviviamo le emozioni delle prime tappe attraverso gli outfit Manila Grace indossati da Ludovica. SPORTY CHIC: IL...

Idee regalo per la Festa della Mamma by Manila Grace
3 May 2019

IDEE REGALO PER LA FESTA DELLA MAMMA

Il regalo che mette tutte d’accordo? La borsa, senza dubbio. Sintesi di stile e praticità, le proposte della collezione Manila Grace per la Primavera Estate hanno forme e volumi che ne fanno dei passepartout adatti a qualsiasi look e occasione....

Abiti da cerimonia Manila Grace
29 April 2019

ABITI DA CERIMONIA (E NON SOLO)

La collezione di abiti Red Carpet esprime l’animo più glam e ricercato di Manila Grace: una selezione di capi perfetti per una cerimonia e facili da reinterpretare anche in versione più casual. Perché a volte non serve un invito, ma...

|